mercoledì 10 giugno 2009

Concerti

Come ogni anno sta per cominciare un'estate di concertoni, e vorrei segnalerne un paio che, a mio avviso, sono da non perdere.Sono due concerti jazz che vedono come protagonisti due mostri sacri del pianoforte.

Il tredici Luglio, al Teatro Comunale di Firenze; suonerà Keith Jarret, accompagnato da Gary Peacock e Jack Dejohnette (rispettivamente contrabbasso e batteria). Jarret può essere ben considerato come uno delle massime personalità nel mondo del jazz, riuscendo a creare un gran numero di capolavori.

Il diciannove Luglio, al Teatro Ferriere di Follonica, suonerà ChickArmando Corea. Siamo anche in questo caso di fronte a uno dei jazzisti più amati dal pubblico, ma al tempo stesso avvolto da un aria di antipatia per essersi dedicato molto tempo alla musica pop. Jazz o non jazz, ChickCorea ha sempre fatto della grande musica e merita proprio andare a Follonica a sentirlo.


martedì 28 aprile 2009

I Simpson e la filosofia

In questo post voglio consigliare il libro "I Simpson e la filosofia". E' possibile dedurre chi siano i protagonisti. Recentemente mi è venuta in mente una strana similitudine: l'argomento "Simpson" è molto simile all'argomento "Cioccolata", ogni volta che in una discussione salta fuori uno di questi due termini si crea un clima di improvvisa serenità ed ilarità, così che anche le persone più diverse tra loro possono trovarsi d'accordo (per esempio esaltando le avventure di Homer Thompson http://giulinblog.blogspot.com/2009/03/homer-thompson.html).


"I Simpson e la filosofia" è una raccolta di saggi in cui vengono trattate una serie di analogie tra i grandi filosofi del passato ed i personaggi di Springfield, per esempio Bart viene paragonato all'Übermensch di Nietzche oppure il comportamento di Homer è visto come l'anti-etica aristotelica. Naturalmente sono tutte trattazioni da prendere con le molle, del resto questo libro tende a commercializzare ideali elevati usando I Simpson un po' come esca per attirare compratori. Tuttavia ho trovato piacevole perdermi nella lettura di questo libro che da un lato invita all'approfondimento di certi autori (a me è venuto spontaneo leggere "Così parlò Zarathustra), e dall'altro fa aumentare la tua ammirazione verso Homer Simpson.

lunedì 20 aprile 2009

Non ci resta che piangere

Questo post è dedicato a Benigni, mi sembra doveroso un omaggio nei confronti di un uomo che, dopo Leonardo da Vinci e Galileo Galilei, tiene in alto il nome della Toscana nel mondo.
Voglio condividere uno spezzone di "Non ci resta che piangere"( 1988), scritto, diretto ed interpretato da Benigni; lo so lo so, viene spontaneo dire "ma di tutti i capolavori che ha fatto proprio, questo filmettino qui?". Benigni secondo me è grande su un qualsiasi palco teatrale (sublime Tutto Benigni 95 96) dove proprio riesce ad esprimere il suo genio; per quanto riguarda il cinema non concordo su chi incorona come capolavori le ultime opere quali "La tigre e la vene" e soprattutto "La vita è bella", sì certo, questo è un bel film, ma ritengo, nel trattare in modo allegorico la tragedia dell' olocausto, estremamente superiore "Tren de vie" (1998, regista Radu Mihaileanu). Se voglio godere di Benigni davanti alla TV preferisco prendermi a noleggio film come "Il mostro", "Jonny stecchino" e, per l'appunto, "Non ci resta che piangere".

Ecco qui il momento in cui Roberto Benigni e Massimo Troisi (coppia d'assi) scrivono una lettera a Savonarola pregandogli di liberare il loro amico Vitellozzo (super Carlo Monni) .

Volià


video

mercoledì 15 aprile 2009

Assignment 7

E' proprio vero che con questo corso di informatica vengo a conoscenza di alcune risorse sul web estremamente utili di cui, se non esortato dai vari assigment, non avrei nemmeno sentito parlare. S'è cominciato con delicious per poi proseguire con due siti aderenti alla medicina, PubMed e http://www.medal.org. Quest'ultimo però me lo asservo per gli anni futuri; mi pare infatti che siano necessarie una serie di conoscenze piuttosto ampie per usufruire al meglio delle sue risorse.

Per ora posso limitarmi solo a "giocare" con alcuni algoritmi medici, ma non posso andare oltre a utilizzare alcuni dei 400 online calculators ( come ha fatto anche Edoardo, http://voglio-volume.blogspot.com/2009/04/bmi-body-mass-index-on-medal.html) in modo da sapere che ho il 98% di possibilità di essere vivo nei prossimi 10 anni (grazie ad un calcolatore che valuta la qualità di vita, http://www.medalreg.com/qhc/medal/ch1/1_13/01-13-01-ver9.php3).

martedì 14 aprile 2009

Rifletto sul Copyright

La questione Copyright mi sembra piuttosto complessa, e mi pare opportuna un'accurata documentazione sulla legislazione a riguardo.

Certamente siamo tutti d'accordo su quanto sia giusto "favorire la creatività e la diffusione dei prodotti dell’ingegno proteggendo i proventi che gli autori ricavano dalla diffusione delle loro opere e consentendo così loro di vivere con ciò che creano" , ma siamo d'accordo anche sul fatto che se uno studente richiede materiale coperto da diritti d'autore messo a disposizione da un insegnante, questo non sia per forza costretto a darsi alla macchia.

Data l'epoca in cui viviamo, dove regna la facilità di reperire materiale da svariate fonti, mi pare opportuno aggiornare la relazione tra protezione delle opere e facilità (elevata) con cui esse possono essere condivise dal pubblico, riuscendo così a tracciare un equilibrio tra i due aspetti in modo da evitare situazioni anacronistiche.
Mi viene in mente subito la SIAE: è da considerarsi l'apoteosi dell'anacronismo, indotto da un comportamento volto più che altro al riempimento delle proprie le tasche senza la minima preoccupazione dell'uccisione dell'arte imponendo ingenti somme agli usufruenti . L'arte infatti se non condivisa va incontro ad una inevitabile morte e non credo che un qualsiasi autore di un quadro o di una canzone possa ritenersi protetto da un sistema nel nome della protezione dell'arte va di fatto a soffocare la creatività su cui cui essa si fonda.

martedì 7 aprile 2009

A spasso per PubMed

Esortato dall'assignment 5, mi sono ritrovato a spasso per PubMed, sommerso da una marea di articoli scientifici provenienti da tutto il mondo. Mi rendo conto che qui posso trovare qualsiasi informazione su ogni cosa mi passi per la mente, posso trovare risposte anche ai minimi interrogativi.

Allora voglio conoscere meglio una molecola, il Benzopirene, che ho sentito menzionare per la prima volta durante il corso di genetica frequentato a Biotecnologie.

Devo dire, che da PubMed, di informazioni ne ho ricevute:
  • Appartiene ai PAHs, polycyclic aromatic hydrocarbons.
  • Non è cancerogeno, assunto dall' organismo viene ossidato e diventa benzo[a]pirene-7,8-diidrodiolo-9,10-diidroossido.
  • Questo sì che è cancerogeno, è capace infatti di fare diversi legami covalenti con molecole di DNA in reazioni di depurinazione, dando origine a mutazioni che possono sfuggire ai meccanismi di riparazione cellulare, soprattutto di fronte ad un'elevata concentrazione della molecola. Molecole di DNA che presentano siti apurinici vanno incontro a riproduzione incontrollata.
  • Deriva, come altri PAHs cancerogeni tra cui il Dibenzo[a,l]pyrene, da reazioni di combustione di composti fortemente concentrati in: tabacco, rifiuti e vari combustibili della classe delle Benzine.

Per avere qualsiasi altra informazione sul Benzopirene, come su qualsiasi altro argomento, basta digitare il suo nome su PubMed e di articoli a riguardo se ne presentano a centinaia.

lunedì 30 marzo 2009

Woody show

Tornano su Resolution a grande richiesta gli spezzoni tratti da film comici. E' ancora Woody Allen a farne le spese, potete infatti ammirare due scene epocali tratte da "Il dittatore dello stato libero di Bananas" del 1971 (per informazioni visitare http://it.wikipedia.org/wiki/Il_dittatore_dello_stato_libero_di_Bananas). Woody è prima alle prese con un giornalaio indiscreto, poi è impegnato nella propria difesa legale dopo essere stato accusato di truffa e attività sovversive.
Un delirio...



video


video